Le regole fondamentali del galateo funebre

Non tutti sanno che esiste un vero e proprio galateo funebre. Un insieme di regole e criteri di comportamento che dovrebbero essere rispettati da chiunque partecipi al funerale. Oltre ad essere un importante momento di raccoglimento tra i parenti ed i conoscenti del caro estinto, il funerale è un omaggio al defunto ed un segno di rispetto nei suoi confronti.

Proprio per questo motivo, assume un’importanza di assoluto rilievo la cura dell’abbigliamento e del comportamento da adottare nelle varie che compongono la cerimonia civile, sia in quella religiosa che in quella civile. Per quanto riguarda l’abbigliamento, i criteri principali da adottare sono quelli della sobrietà e del rispetto delle abitudini e delle tradizioni della famiglia del defunto. E’ buona norma scegliere degli abiti formali, semplici e dalle tonalità scure, preferibilmente il nero o il grigio.

Risultano infatti essere fuori luogo quei capi di abbigliamento dai colori accesi o sgargianti. Questo per evitare di attirare l’attenzione dei presenti e rispettarne la sensibilità in un momento così doloroso. Secondo il galateo funebre, non è vietato ricorrere a qualche accessorio colorato, purché non abbia tinte troppo vivaci e che sia all’insegna del buon gusto e della moderazione.

Gli uomini possono puntare su una camicia bianca con cravatta e giacche scure. Cravatta, calze e pantaloni dovrebbero avere una tonalità simile e preferibilmente il colore della cintura e delle scarpe dovrebbe essere lo stesso.

Per quanto riguarda le scarpe, invece, l’ideale sarebbe indossare un modello elegante e perfettamente lucidato. Le donne, invece, potranno invece puntare su un tailleur con gonna o pantalone scuro, comunque su un capo discreto e dal taglio semplice. Assolutamente da evitare sono abiti corti o troppo aderenti, vestiti smanicati che lascino scoperte le spalle o con scollature profonde.

Vanno inoltre indossate sempre le calze, anche durante i mesi estivi, e una scarpa elegante ma allo stesso tempo pratiche e comode. L’acconciatura deve essere in ordine ma non vistosa o stravagante. E’ bene, inoltre, che anche il trucco sia leggero molto leggero mentre i gioielli possono essere indossati se non troppo appariscenti. Anche la borsa dovrà essere di colore scuro. L’uso degli occhiali neri, invece, è ammesso solo per i parenti stretti del defunto.

Anche l’abbigliamento dei bambini dovrà essere adeguato alla circostanza. Solitamente per i maschi l’ideale è far indossare un vestito scuro simile alla tinta di quello del papà mentre le femmine dovranno essere vestite su abiti semplici e che coprano le spalle. Per quanto riguarda il comportamento, è innanzitutto importante essere puntuali. Questa regola è ancora più importanti per i parenti stretti del defunto che si accomoderanno nei primi banchi se il rito funebre si svolgerà in chiesa.

Se presente un registro delle presenze o delle condoglianze in chiesa, in abitazione o in camera mortuaria, va apposta la propria firma appena si arriva. E’ generalmente apprezzato portare fiori, salvo quando nei necrologi è specificata la dicitura “Non fiori ma opere di bene”. Prima di accedere nel luogo in cui si svolgerà la cerimonia funebre è opportuno assicurarsi che il cellulare sia spento o in modalità silenziosa.

La stessa accortezza deve essere presa nel momento in cui ci si reca presso il domicilio del defunto e, in generale, durante tutte le fasi che precedono o che seguono il rito funebre. Quando al termine della cerimonia si esprimeranno le proprie condoglianze ai familiari ed ai parenti del defunto, sarà infine opportuno non soffermarsi troppo per dare modo anche alle altre persone di esprimere il proprio cordoglio.